Fanghi


Ti butterò via come fango dalla finestra, hai infangato la mia anima con gli stracci delle tue parole.

Chiudi quella sporca bocca, quella dannata fogna.

Sono ratti che corrono via dalla tua gola.

Dov’è il miele che era sulle tue labbra, sui tuoi campi profumati, sui cieli inarcati delle tue ciglia?

Quel mare pulito della tua fronte liscia da navigare con la mia mano?

Annunci

Lascia un Commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...