Assentarsi nella presenza


Le mie sono momentanee assenze dal mondo,
salto dalla mia presenza ad altre presenze,
mi assento un attimo per dichiararmi profondo,
e poi laggiù iniziare a gridare che mi manca l’aria
la polvere delle stelle che vorrei respirare più in alto
dal pozzo profondo verso la luna che vi è riflessa,
essere il desiderio di molti, quella monetina
lanciatavi per un desiderio di altri
accontentare, soddisfare, regalare,
e mai che un giorno riuscissi a darti a te stesso.
Una manciata d’aria, un pugno di farfalle,
un amore che strenuo continua a non esistere,
e lo invochi come se fosse un Dio di cui
conosci benissimo la non esistenza.

L’uscita dal pozzo si trova all’interno del secchio.
Del secchio legato ed appeso alla luna.
Un vecchio prima o poi mi tirerà su
oppure dovrei imparare a schizzare in alto
veloce come uno sparo, mirato bene contro
un telo d’acqua riflesso di stelle
così per rompere un sipario del sogno,
e ritrovarsi di nuovo in un circo di vita,
in un giro di vite, in un mercato nero,
in una vita illegale.

Annunci

Un pensiero su “Assentarsi nella presenza

Lascia un Commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...