Edward Estlin Cummings – che cosa è per me la tua bocca


atti insensati di pura bellezza

33

Dopo che i tuoi capelli di papavero inaugurano
il crepuscolo, con il pegno di oh quali perle imploranti;
e che la vite carnale della tua bellezza su di me
si attorciglia, con oppiacei così titillanti
mentre il mio corpo prosaico attende immobile;
prima che il premuroso vento spirituale sollevi
in turbine i tordi trucidati e i merli
della pronta foresta che il tuo sorriso crea;
sostando, alzo gli occhi come posso,
dove una coppia di fragili candele conclude
[il suo unico arco
sopra un acquerello di Cézanne.
Ma tu, che hai sete d’amore, respiri attraverso
[il barlume;
temendo a morte che il buio profondo
scambi con pallidi surrogati questo sogno.

View original post

Annunci

Lascia un Commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...